L’autore si propone di presentare e spiegare in questo libro i complessi meccanismi elettorali statunitensi, compito in sé arduo, poiché – scrive – rappresentarne «le infinite sfumature politiche e partitiche quali e come si sono succedute nei secoli è impresa cui, avvedutamente, nessuno dovrebbe attendere» e tale da richiedere in ogni caso semplificazioni estreme, come si intuisce anche dalla curiosa citazione di Otto von Bismarck-Schoenhausen, riportata in apertura del volume: «Esiste una particolare Provvidenza divina nei confronti dei matti, dei bambini, degli ubriachi e degli Stati Uniti d’America».

Per meglio orientarsi, vengono fornite nella prima parte del libro informazioni utili a comprendere la storia politica ed istituzionale degli Stati Uniti, mentre in appendice si trovano gli elenchi completi dei Presidenti succedutisi, dei candidati democratici e repubblicani alla Presidenza, dei 48 vice, nonché il numero dei Grandi Elettori dal 1788 ad oggi ed i candidati alla nomination in vista delle elezioni 2020. Il tutto, nella consapevolezza, come ebbe a dire Margaret Thatcher, che «l’Unione Europea sia un prodotto della Storia, gli Stati Uniti d’America un prodotto della Filosofia», frase ovviamente riportata dall’autore nel testo assieme ad un’altra, stavolta di Terry Coleman, che evidenziò così lo spirito dei pionieri: «Secondo una vecchia superstizione, alla quale talvolta gli immigrati più ingenui credevano, le strade di New York erano lastricate d’oro. Al loro arrivo scoprivano tre cose. Primo, che le strade non erano lastricate d’oro. Secondo, che non erano lastricate affatto. Terzo, che lastricarle era compito loro».