L’Ungheria ha presentato al Parlamento la legge “Stop Soros”, che «autorizza il ministro degli interni a vietare le organizzazioni non governative (Ong) che sostengano la migrazione e rappresentino un rischio per la sicurezza nazionale». La legge è stata chiamata così dai media, in riferimento al miliardario americano di origini ebree ungheresi George Soros, il quale sponsorizza le Ong e la migrazione di massa per islamizzare l’Europa e distruggere la sua identità cristiana. In sostanza, questa legge prevede che ogni Ong che aiuti i migranti debba pagare tasse speciali del 25% per scoraggiare l’immigrazione illegale e si contempla anche la possibilità che possa essere messa al bando se, a seguito di indagini, fosse ritenuta dagli inquirenti una minaccia per la sicurezza nazionale.