Istruttivo e maneggevole il libro di Corrado Gnerre, La buona battaglia. Apologetica cattolica in domande e risposte, già disponibile on-line: si tratta di una raccolta di risposte che il filosofo e apologeta cattolico ha dato alle numerose lettere, giunte alla redazione di Radici Cristiane.

I nostri sono tempi di accecamento della ragione e di negazione dell’evidenza dei fatti, ma non è difficile comprenderne le cause, quelle cause che l’autore espone con grande abilità e comprensibilità: «Una volta che il pensiero moderno e contemporaneo ha gettato il concetto di verità oggettiva nella pattumiera della storia, allora perché meravigliarsi? Se non esiste la verità, non esiste nemmeno una legge naturale universalmente intesa inserita nella natura razionale dell’uomo e, se non esiste una legge naturale universalmente intesa, ognuno non solo può fare come vuole, ma la può pensare come vuole».

L’errore relativista, innestato nel pensiero occidentale da Kant, Hegel, Nietzsche, è una valanga che trascina tutto e tutti, compresa la Chiesa di Roma, che ha abbandonato la sua indispensabile tradizione e la logica di san Tommaso d’Aquino. Chi avrà la fortuna di leggere le pagine di questo libro non vi troverà soltanto valide, profonde e sensate risposte, ma anche la bellezza, la serenità, la sicurezza e la pace del possedere la Verità. Corrado Gnerre, in questo senso, è veramente un “allenatore” di vita.