Dal divorzio all’omosessualismo, è visibile una lunga linea rossa, che evidenzia l’attacco all’istituzione matrimonio voluta da Dio. Prima ancora della ribellione contro la natura e le sue leggi, si tratta di una ribellione all’ordine della Creazione stabilito una volta per tutte da Dio. E, proprio quando servirebbe una parola chiara da parte della Chiesa cattolica, ecco che ci si trova davanti a Sinodi in cui trovano cittadinanza – e sono persino maggioritarie – teorie che sovvertono l’ordine naturale e sovrannaturale del matrimonio.

In questo quadro, l’opera di don Pietro Leone compie un atto di vera misericordia, di carità intellettuale, nel rimettere le idee al loro posto, facendole camminare sui piedi e con la testa rivolta verso l’Alto. Ed è proprio questo il pregio maggiore del lavoro di don Leone, quello di riconoscere a fondamento dell’ordine naturale il volere e la legge di Dio. Un lavoro che si raccomanda per la sua profondità dottrinale e per il suo afflato spirituale, che offrirà a chiunque lo legga gli strumenti per capire in che cosa consista la vocazione al matrimonio e alla famiglia.

Don Pietro Leone, autore anche di Come è cambiato il Rito Romano Antico (Solfanelli, Chieti 2017, p. 136, € 11), ha trascorso molti anni negli Stati Uniti, dove ha insegnato queste materie nei seminari e nelle università. Da tempo si è trasferito in Europa, dove ha continuato l’attività accademica ed ora è definitivamente tornato in Italia. Nel nostro Paese, continua l’attività accademica collaborando con diversi istituti universitari e si dedica alla formazione spirituale fondata sulla dottrina e sul rito tradizionale.