Beltrán Yáñez de Oñaz è un coraggioso guerriero, capo di una famiglia patrizia basca, che da secoli possiede il palazzotto turrito di Azpeitia ed assicura che la provincia di Guipuzcoa sia sottoposta alla Corona d’Aragona. Ha combattuto al servizio di Enrico IV, dei Re cattolici e di Giovanni II; al fianco di Ferdinando il Cattolico ha guidato vittoriosamente l’assedio di varie città e si è assicurato, per la fedeltà dimostrata alla Corona, la conferma degli antichi privilegi concessi alla sua famiglia, tra cui il diritto di patronato sulla parrocchia di Azpeitia.

Dal matrimonio con Marina Sáenz de Licona, figlia di un potente consigliere dei Re cattolici, nacquero 8 figli e 5 maschi, l’ultimo dei quali, Iñigo, fu anch’egli avviato alla carriera militare e, trentenne, partecipò alla difesa di Pamplona (1521), assediata dal Regno di Navarra. Qui Ulric von der Flue, detto Uli il Lungo, un arguto mercenario svizzero, intelligente e coraggioso sergente di artiglieria, riesce ad aprire una breccia nelle mura con un colpo di cannone, decretando di fatto la resa degli Spagnoli e ferendo gravemente lo sfortunato Iñigo. Allo stesso Uli viene affidato il compito di riportare il nobile ferito alla sua casa. Costretto a letto per lungo tempo, il cavaliere si dà alla lettura: tra i pochi libri presenti in casa, c’è una vita di Santi: il desiderio di imitare quella vita di battaglia spirituale è l’inizio della conversione di colui che è universalmente noto come sant’Ignazio di Loyola. Egli, insieme a Uli e a una donna travestita da maschio, Juanita, viaggeranno fino in Terra Santa per un pellegrinaggio dalla Spagna a Gerusalemme, passando per Roma, che cambierà le loro vite.

La vicenda della conversione e del pellegrinaggio di sant’Ignazio di Loyola, narrata attraverso gli occhi di Uli insieme alla storia avventurosa e turbolenta della Spagna e dell’Italia all’inizio del XVI secolo, è un altro dei romanzi-agiografie di Louis de Wohl, che sa trasformare anche vicende già note in una storia emozionante e di grande edificazione spirituale per tutti gli amanti della narrativa storica.