Nel Regno Unito non basta autorizzare il velo integrale, anche quando questi occulti totalmente il volto. Ora è scattata anche una vera e propria campagna mediatica, ad esso favorevole. La catena televisiva BBC Three, disponibile on line, ha recentemente provocato un’ondata di proteste, per aver diffuso lo scorso primo agosto un video, ritenuto troppo ideologico sin dal titolo: «Le cose da non dire a chiunque indossi un burqa», come se il pubblico dovesse essere “educato” al politically correct.

A dispetto della briosa musica scelta come sottofondo, le immagini del video costituiscono un forte pugno nello stomaco alle abitudine ed ai costumi inglesi tradizionali, nonché una convinta difesa del niqab. Vi si vedono diverse donne britanniche, ma di fede musulmana, criticare con pesante ironia e bollare come ignorante chiunque provi disagio nel vedere tale indumento circolare per le strade del Regno Unito. Immediate le reazioni da parte dell’opinione pubblica, che ha con convinzione biasimato le autorità per aver consentito la diffusione di una simile produzione.