Il Santuario di Lourdes non è solo un luogo di fede e di miracoli: è anche il luogo in cui la scienza e la medicina si incontrano con la fede, per studiare i casi di guarigioni inspiegabili e valutarne appunto l’eventuale origine miracolosa. Di questo processo di analisi, ricerca e valutazione, si occupa un apposito ufficio medico, il Bureau des Constatations Medicales, istituito per volontà di san Pio X e fondato poco più di un secolo fa dal dottor Georges Fernand Dunot de Saint Maclou. A lui è dedicata questa attenta biografia curata da Padre Andrea Brustolon, che presenta un ritratto a tutto tondo di quest’uomo straordinario, che fu scrittore, storico, si interessò di filosofia e dedicò la propria esistenza alla sua missione di medico, nella vita civile come in guerra, in Francia e in Italia, nonché all’impegno civile.

Oltre che del Bureau fu anche tra i fondatori dell’Hospitalité Notre-Dame de Lourdes, di cui divenne anche presidente, fondò e diresse il primo bollettino “Semaine Religieuse” della diocesi
di Nizza. Georges Fernand Dunot De Saint-Maclou fu un uomo completo: fu uno studioso che si laureò come medico nella prestigiosa università belga di Lovanio, ma approfondì studi filosofici (fu tomista) e storici; ma fu anche attivo nella vita pubblica: da sindaco di Ouézy divenne promotore del bene comune e si fece buon samaritano in prima linea tra i feriti di Mentana, verso i malati di Ouézy ed i poveri del Calvados, in particolare durante la Guerra franco-prussiana. Dal punto di vista religioso, aderì agli Oblati di Maria Vergine ed alla Società di San Vincenzo a Caen, a Nizza e a Lourdes; difese i diritti dei frati Carmelitani di Nostra Signora di Laghet; fu inviato come osservatore al Concilio Vaticano I. Per la sua opera venne nominato Commendatore dell’Ordine Pontificio di San Silvestro Papa. La sua biografia permette anche di conoscere la persecuzione della Chiesa cattolica sotto i governi laicisti francesi.