Quello del figlio di Sylvester Stallone, Sage Moonblood, trovato morto a 36 anni nel suo appartamento a Hollywood, probabilmente per un cocktail di farmaci, è solo l’ultimo capitolo di una serie di morti e suicidi di figli di star dello show-business: oltre a Stallone, anche Burt Bacharach e Angie Dickinson, Marlon Brando, Paul Newman, Eric Clapton, Romy Schneider, Gerard Depardieu, John Travolta, Jean Louis Trintignant, Terence Hill e Dalila Di Lazzaro hanno vissuto la drammatica perdita di un figlio. Nata a Tahiti nel 1970, Cheyenne Brando si suicidò nel 1995 a soli 25 anni.

In un libro pubblicato dopo la morte di Brando, Tarita confessò che l’attore aveva abusato sessualmente della figlia. È stata invece un’overdose la causa della morte a 28 anni di Scott, uno dei tre figli di Paul Newman e Joanne Woodward. La depressione è stata probabilmente la causa del suicidio di Daisy, figlia di Brian Keith, famoso protagonista del telefilm Tre nipoti e un maggiordomo. Daisy si suicidò nel ‘97 nella sua casa a Hollywood. Poco dopo la sua morte, colpito da un cancro ai polmoni e in cattive acque dal punto di vista finanziario, Keith - che aveva lavorato anche con Marlon Brando, Bette Davis e John Huston - si uccise a sua volta con un colpo di pistola nella sua villa a Malibu. Tra le attrici colpite dalla morte del proprio figlio vi fu Romy Schneider.

L’indimenticabile Sissi non si riprese mai dalla perdita di David, tredicenne, rimasto infilzato nel 1981 da una lancia del cancello della sua villa.  Dopo un’infanzia difficile e un rapporto con un padre ingombrante e l’amputazione di una gamba, Guillaume Depardieu, figlio di Gerard ed Elisabeth, fratello di Julie, tutti attori, muore improvvisamente in un ospedale della periferia parigina a 37 anni per una polmonite fulminante. A 17 anni era stato arrestato per detenzione, uso e traffico di eroina.

Ancora più drammatica la morte di Marie Trintignant, figlia di Jean Louis, leggendario protagonista del cinema francese, uccisa di botte a Vilnius nel 2003 dal compagno Bertrand Cantat, leader del gruppo rock francese dei Noir Desir (uscito di prigione nel 2007 dopo quattro anni di detenzione). Da ricordare anche la morte del figlio di John Travolta, Jett, 16 anni, morto dopo un attacco epilettico nel 2009 mentre era in vacanza alle Bahamas con la famiglia. Jett, che soffriva di autismo, era il primogenito di Travolta e della moglie Kelly Preston. Tra i personaggi italiani colpiti vi è Lory del Santo, il cui figlio Connor, avuto da Eric Clapton, precipitò da un grattacielo a New York all’età di 4 anni.