Sesto volume della fortunata serie di analisi cinematografica dal punto di vista cattolico e familiare, come i cinque precedenti volumi (2004, 2005, 2006, 2007 e 2008), Scegliere un film 2009 è uno strumento ideale sia per genitori che vogliono scegliere un film da godere in famiglia sia per chi organizza cineforum, soprattutto in contesti educativi (scuole, gruppi giovanili, associazioni…).

Preceduto da un giudizio qualitativo (da una a cinque stelle) e seguito da una indicazioni sui problemi per la visione (turpiloquio, situazioni scabrose, violenza, scene a contenuto sessuale, etc.), l’analisi, che non si limita a una sintesi della trama e a un ancor più sintetico giudizio, approfondisce le caratteristiche dell’opera (una media di due pagine e mezzo per ciascun opera analizzata), con attenzione al contenuto e ai suoi aspetti morali.

Ecco perché il peggior film della stagione è considerato Antichrist di Lars von Trier, definito addirittura raccapricciante (personalmente non saprei se concordare perché devo confessare di non averlo visto fino in fondo, essendomi dovuto alzare poiché non riuscivo più a respirare a tre quarti della pellicola – a cui peraltro dovevo il malore stesso) e uno dei migliori è Gran Torino, capolavoro di Clint Eastwood sul tema dell’attaccamento ai valori tradizionali. L’iniziativa è stata premiata anche dal sito mymovies.it, che ai più rinomati – e laicissimi – dizionari Mereghetti e Morandini adesso affianca le recensioni del cattolico Fumagalli-Ramosino.