Il cardinale Norberto Rivera è stato oggetto di aggressioni ben 23 volte dall’agosto del 2006, specialmente da individui vincolati
al Partito della Rivoluzione Messicana che governa la più popolosa città del pianeta.

Il 6 agosto del 2006 un uomo entrò nella cattedrale con un cartellone chiedendo il suo intervento per far ricontare i voti delle
elezioni politiche. Tredici giorni dopo un gruppetto di manifestanti entrò nella Basilica di Guadalupe gridando “forti slogan politici”. In altra opportunità i manifestanti entrarono in cattedrale in costumi gialli, indossando scapolari colla figura del sindaco. Finalmente, a novembre un manifestante ha cercato di picchiare il porporato.