Radici Cristiane

Diretto da Roberto de Mattei

Gran Bretagna: Avviato un progetto per riavvicinare alla fede i cattolici non praticanti

Invitare i cattolici ad aiutare le centinaia di migliaia di persone in Inghilterra e Galles che sono state battezzate ma non sono praticanti: è la proposta lanciata dall’Agenzia Cattolica per il Sostegno all’Evangelizzazione (Catholic Agency to Support Evangelisation, CASE) con il progetto “Where are they now?” (“Dove sono ora?”).

L’iniziativa mira a risvegliare all’interno della comunità cattolica la consapevolezza del ruolo integrale di ogni persona nell’invitare i propri amici e parenti in chiesa.

In alcune zone dell’Inghilterra e del Galles, si stima che fino a due terzi della popolazione cattolica siano composti da non praticanti. Nonostante questo, ci sono segni di una significativa crescita della pratica religiosa grazie all’immigrazione.
A breve verranno inviati a ogni parrocchia e casa religiosa cattolica di Inghilterra e Galles dei pacchi contenenti materiale per la realizzazione del progetto.

A sostegno dell’iniziativa si pronunceranno il cardinale Cormac Murphy-O’Connor, Arcivescovo di Westminster, e altri Vescovi inglesi e gallesi. La CASE è un’agenzia della Conferenza dei Vescovi Cattolici di Inghilterra e Galles.

Ti potrebbe interessare anche:

Lettera del Mese

Ho letto recentemente di molti intellettuali e uomini di cultura, che, una volta convertitisi, hanno molto amato la preghiera del Rosario. Mi ha particolarmente colpito la storia della poetessa Ada Negri. Ho letto che ella era solita regalare Rosari agli amici. Eppure io ho sempre pensato che il Rosario fosse una pratica più legata al mondo dei semplici che dei colti. Voi che ne pensate?...

Leggi la risposta >