"Cento anni di Graduale Romanum. Eredità e sfide". Il Graduale Romanum è il Messale gregoriano. approvato e prescritto come obbligatorio per la Chiesa di rito romano con decreto del 7 agosto 1907, sul quale nei giorni scorsi a Firenze si sono confrontati esperti provenienti da tutto il mondo in occasione della quinta edizione di InCanto Gregoriano (iniziativa ideata e promossa dall'Accademia San Felice e dall'associazione Viri Galilaei in collaborazione con l'Associazione internazionale Studi di Canto Gregoriano e il Capitolo Metropolitano Fiorentino, col sostegno della Regione Toscana e dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze), coincisa quest'anno con l'ottavo congresso internazionale di canto gregoriano.

Relazioni, concerti, liturgie e prove di canto hanno caratterizzato le giornate fiorentine che intendevano rilanciare il primo canto liturgico della Chiesa. «E ci stiamo riuscendo», dice ora con soddisfazione. a bilancio della settimana, Federico Bardazzi, direttore artistico della manifestazione fiorentina insieme a Enzo Ventroni. «Il nostro intento — spiega — è la divulgazione del canto gregoriano tra un pubblico eterogeneo formato sì da specialisti. ma soprattutto da quanti desiderano incontrare questo repertorio anche senza una preparazione specifica». Tra questi ci sono molti giovani. (Avvenire)