Padre Antonio Di Monda è un noto teologo francescano che ha svolto molti e importanti ruoli in seno alla provincia minorita della Campania: predicazione, insegnamento, direzione spirituale, governo, perfino l’esorcistato. Quest’assidua attività non gli ha impedito di scrivere numerosi libri, soprattutto di carattere spirituale, che hanno avuto grande successo, fra i quali spiccano quelli dedicati alla Madonna e al suo amato san Massimiliano Kolbe.

In questa sua ultima opera, il teologi napoletano affronta uno dei temi più scomodi, impopolari e quindi dimenticati, oggi quasi scomparso dalla predicazione ecclesiastica: quello dell’Inferno. Per prevenire le solite accuse di essere inopportuno, di mancare di carità, di far passare fantasie per realtà, padre Di Monda si affida ad una autorità ancor oggi ascoltata o perlomeno meno contestata dal popolo italiano: quella dei santi.

Essi hanno predicato sull’Inferno non solo insegnando le verità dogmatiche rivelate da Scritture, Tradizione e Magistero, ma anche raccontando fatti significativi della storia ecclesiastica e, spesso, anche le proprie stesse esperienze di direttori spirituali, confessori, esorcisti, talvolta di vittime delle persecuzioni demoniache.

In questo modo, riscopriamo un tesoro d’insegnamenti ed esperienze soprannaturali che ammoniscono e talvolta impauriscono, certo, ma proprio per questo riescono a risvegliare quel timor di Dio e quella compunzione che sono necessarie premesse non solo alla conversione ma anche al progresso della vita spirituale. Fra questi insegnamenti, giustamente il teologo inserisce anche quelli oggi più contestati, come il fatto che l’Inferno è eterno, è abitato e non è solo uno “stato” ma anche un “luogo”.

In questo campo, è facile scivolare nella letteratura ad effetto o addirittura nel grottesco; ma l’autore di questo volumetto non corre rischi del genere. Al rigore dottrinale, alla fedeltà alle fonti storiche e alla meditazione pensosa, egli difatti unisce uno stile semplice, sobrio e soprattutto convincente: lo stile di chi certe realtà misteriose le conosce non solo per studio ma anche per esperienza personale. Non a caso, a conclusione del discorso egli propone al lettore non generiche osservazioni ma precisi “richiami morali da non trascurare”, se ci si vuol salvare.

Il libro può essere richiesto all’Associazione Gesù e Maria, via Oreto 192, 90127 Palermo, tel+fax 091-8711669.