Questo prezioso volume raccoglie le rivelazioni della veggente tedesca Anna Caterina Emmerick, che lo scorso 3 ottobre Giovanni Paolo II ha dichiarato Beata. Fin dall’inizio della vita, come afferma P. Pilla, la neonata fu da Dio favorita della eccezionale prerogativa di conoscere le cose sensibili, e il dono di discernere il bene dal male, il sacro dal profano. Già nell’infanzia le fu rivelata la Storia sacra, mediante diverse visioni.

Spesso le apparivano Gesù. la Madonna, il suo Angelo custode e altri celesti personaggi, che ella trattava familiarmente. In ogni sua azione, la pia giovane assecondava i disegni Dio. La Veggente desiderava con tanta intensità provare le sofferenze del Redentore, che il Signore le concesse le stimmate e dolori che derivavano dalla testa di Gesù coronata di spine, tanto che a volte dalla fronte stillava sangue in quantità sufficiente da imbeverne il panno che aveva intorno al collo. La visioni della Veggente vennero annotate, sotto dettatura della Serva di Dio. dal noto scrittore romantico Clemente Brentano, che si convertì.

Le visioni iniziano dalla creazione di Adamo ed Eva, e descrivono sempre fatti e particolari che non sono presenti nella Sacra Scrittura. Proseguono poi con la descrizione della Santa Vergine, la nascita di Gesù, la stia vita nei tre anni di predicazione. con particolare attenzione agli apostoli e a Lazzaro e alla Maddalena,fornendo vari particolari riguardo persone, accadimenti, luoghi ed altro. Ma sicuramente la parte più toccante e suggestiva è la descrizione della Passione di Gesù, da cui Mel Gibson ha preso ispirazione per il film La Passione di Cristo. La Emmerick riporta nei minimi particolari i patimenti di Gesù Cristo nell’orto del Getsérnani, la fustigazione durata. come ella afferma, più di un’ora, la Via Crucis, la Crocifissione, l’agonia sul Calvario, la Resurrezione.