Segnaliamo questo incantevole volume con cui l’editrice romana “Il Minotauro” dà inizio ad una nuova collana dedicata all’Arte in generale e in particolar modo alle tradizioni locali italiane.
Il libro è una ricchissima raccolta, arricchita dal testo di introduzione storica delle tradizioni locali e della spiegazione artistica, delle più incantevoli rappresentazioni pittoriche (e non solo) della vita popolare della Campagna romana e dei Castelli.
Come è noto, la rappresentazione della vita quotidiana, delle tradizioni popolari e la paesaggistica della Campagna romana e dei Castelli costituisce uno dei soggetti artistici più amati di tutti i tempi, per la magia tanto dei paesaggi quanto della semplicità e naturalezza della vita quotidiana di un mondo perduto che non lascia indifferente nessuno spettatore.

Il lettore si potrà immergere spiritualmente e visivamente in un mondo ideale che travalica i confini di interesse geografico, come del resto accade per ogni cosa che riguarda Roma e dintorni. Il libro è veramente un piccolo museo portatile, sullo stile di altri lavori simili che tanto successo hanno nel pubblico nazionale e non.

L’autore, da anni studioso della vita locale e della storia artistica dei Castelli Romani, ha arricchito il repertorio iconografico con piacevoli testi di presentazione delle storie e della vita quotidiana del passato di ciascuno dei paesi che costellano i Castelli Romani, con un vasto repertorio di poesie e detti tradizionali con notizie biografiche dei pittori e degli artisti che hanno rappresentato negli ultimi tre secoli l’incanto della campagna romana.

Si tratta insomma di un’importante operazione di riscoperta delle tradizioni locali italiane, in più arricchito da magnifiche foto di opere d’arte ottocentesche.