Ultimi articoli

Amazzonia: appello agli angeli

200 i partecipanti all’Acies ordinata, svoltasi a settembre a Roma: giunti da tutto il mondo, hanno rivolto un accorato appello agli Angeli, in preghiera, in piedi, con Castel Sant’Angelo alle spalle e la basilica di San Pietro dinanzi. Come soldati di Cristo si sono schierati, per fare tutto il possibile, sia a livello naturale che a livello soprannaturale, contro il processo di autodistruzione della Chiesa in corso.

Il castello di San Giusto

Sulla sommità del colle San Giusto, convive da secoli, in armonia con le architetture religiose e le rovine del foro romano, un ortilizio di origine medievale consacrato al patrono di Trieste, oggi convertito in museo. Il castello ha accompagnato le vicende storiche della città, divisa fra influenze marittime e tentazioni verso l’entroterra.

Vergine Immacolata, Madre di Dio

Maria Immacolata è l’immagine della vittoria sul peccato nelle nostre vite mediante l’intervento della grazia di Dio, l’opera dello Spirito Santo nelle nostre anime. Il Santo Rosario è un mezzo spirituale molto potente per ottenere le molte grazie, di cui abbiamo tanto bisogno per la conversione della nostra vita personale a Cristo e per la trasformazione della nostra cultura in conformità al piano di Dio per noi e per il nostro mondo.

San Nicola salva i naufraghi

La tela di Corrado Giaquinto, San Nicola salva i naufraghi dalla tempesta, raffigura uno tra i miracoli più eclatanti del Santo: scatenata una tempesta dal demonio, alcuni marinai guidati da un monaco in veste chiara invocano l’intercessione di san Nicola per evitare l’affondamento della nave. Originario della Turchia e divenuto Vescovo ai tempi di Costantino, dopo la sua morte le sue reliquie vennero trasportate in Italia, per sottrarle all’occupazione islamica della sua città d’origine.

A novant’anni dai Patti Lateranensi

A novant’anni dalla sottoscrizione dei Patti Lateranensi, che regolarono i rapporti fra il governo italiano e la Santa Sede, risolvendo la cosiddetta «Questione romana», appaiono più evidenti i pregi di quell’accordo rispetto ai limiti del successivo ovvero il Concordato del 1984, che, in nome di “laicità” e “neutralità”, abolì la religione di Stato, l’indissolubilità del matrimonio inteso come Sacramento e molte prerogative della Chiesa, segno chiarissimo di come le idee liberali in materia religiosa fossero ormai penetrate nei Sacri Palazzi.

La Basilica della Madonna dei Martiri

Iniziata nel 1162 da Guglielmo I, re di Sicilia, la Basilica della Madonna dei Martiri di Molfetta deve il proprio nome al fatto d’esser stata un luogo d’incontro spirituale per i pellegrini diretti a Gerusalemme o di ritorno dalla Terra Santa, i cosiddetti «martiri di Cristo». All’interno conserva un’icona della Madonna, qui portata proprio dai Crociati nel 1188 e divenuta ben presto oggetto di forte devozione per i fedeli. Nel 1560 protesse Molfetta dal terribile terremoto, che scosse tutta l’Italia meridionale.

La sovranità necessaria. Riflessioni sulla crisi dello Stato moderno

Stato e sovranità non sono una novità dei nostri giorni. Non sono nemmeno categorie effimere e convenzionali, ormai superate. Di per sé sono anzi una condizione naturale e necessaria della società umana, condizione senza la quale si spalancherebbe il baratro del disordine e dell’anarchia. Da questo presupposto parte il libro La sovranità necessaria, scritto dal […]

Sacrilegio per legge?

Ad aprire i fuochi han provveduto gli esecutivi degli Stati di Victoria e Tasmania, in Australia. Vogliono costringere i sacerdoti a violare il segreto confessionale. Per legge. Pena la galera: tre anni, se si disobbedisce. Ma, se si obbedisce, la scomunica «latae sententiae». A norma di diritto canonico. La posta in gioco è altissima: è, questo, l’inizio di una nuova ondata di leggi sacrileghe?

Del Noce e Bobbio. Due pensatori a confronto

C’è un perfetto parallelismo tra lo sviluppo della cultura italiana, dall’idealismo al marxismo attraverso l’azionismo, e il processo dissolutivo della nostra nazione, che prese inizio col fascismo e che continuò, nel dopoguerra, con l’antifascismo. Questa disgregazione intellettuale e morale ha le sue radici proprio nell’abbandono dei valori tradizionali della società, di cui il relativismo marxilluminista è stato il motore. Il confronto tra due opposte concezioni, quella di Del Noce e quella di Bobbio, è da questo punto di vista rivelante…

Le Ultime Cose

Siamo tentati di cedere allo scoraggiamento e alla disperazione profondi davanti ai mali che corrompono il mondo e che entrano persino nei santuari della Chiesa, perché è vero che «il Cielo e la terra passeranno». Ma è ancora più vero che «le parole di Cristo non passeranno». Quando assistiamo «all’abominio della desolazione», frutto della nostra ribellione contro Dio e contro il buon ordine che Egli ha posto nel mondo e nei nostri cuori, possiamo confidare nel fatto che Cristo, seduto nella gloria alla destra del Padre, verrà.

Croazia, baluardo della Cristianità

La Croazia venne definita scutum saldissimum et antemurale Christianitatis, scudo saldissimo e baluardo della cristianità da papa Leone X nel 1514. Ciò, grazie alla strenue ed efficace resistenza opposta da questo popolo, profondamente e fieramente cattolico, contro l’islam turco, messo in fuga a Belgrado. In realtà, la Croazia è stata in molti modi protagonista della vita d’Europa nel corso della storia…

In Coscienza

Vuol essere un viaggio nella crisi del nostro tempo, crisi che ha investito politica e religione, morale e cultura: In Coscienza, l’ultimo libro scritto da Mauro Mazza, si propone, in questa stagione senza memoria, di recuperare verità, valori e tradizione: «L’intelligenza è stata sostituita dall’intellighenzia, le norme del diritto naturale da una litania di diritti […]

Islam, ossessione di potere

È il rapporto con il potere il carattere ossessivo dell’islam. Ed è in virtù dello stesso che ha senso e si può parlare di islamizzazione ovvero del complicato processo in virtù del quale le popolazioni musulmane soppiantarono e soppiantano i popoli, le civiltà e le religioni dei Paesi vinti. Un processo a due fasi: quella della fusione e quella della conflittualità, che peraltro possono coesistere. Un processo di cui l’Europa oggi è vittima

Così raccontai il crollo del Muro – Intervista a Mauro Mazza

Mauro Mazza, giornalista, scrittore, già direttore del Tg2, di RaiUno e di Raisport, raccontò la cronaca di quei giorni, quelli in cui, col crollo del Muro di Berlino, crollarono anche i sistemi comunisti dell’Est europeo, suscitando nuove speranze nel mondo. Ma le forze prevalenti in Europa e certa “timidezza” delle gerarchie cattoliche assecondarono la marcia trionfale di quello che Augusto del Noce definì «totalitarismo della dissoluzione». Un totalitarismo, che sembra non trovare ostacoli significativi. Solo la speranza, illuminata dalla fede, induce a guardare comunque al domani con fiducia…

Quel borgo nel castello

Vigoleno, un tempo Comune autonomo, oggi frazione di Vernasca, è, in pratica, un paese tutto racchiuso all’interno del suo castello, la cui storia si lega per secoli al casato degli Scotti. Una storia illustre e gloriosa, che volle il borgo addirittura centro operativo delle insorgenze antinapoleoniche nelle valli dell’Arda e dello Stirone.

Sign In

Lettera del Mese

Sento parlare di principio di autodeterminazione e di diritto all’eutanasia. Capisco che per la morale cattolica siano cose inaccettabili, ma è anche vero che non tutti si riconoscono in questa morale. È giusto imporre loro i nostri criteri di giudizio?...

Leggi la risposta di Corrado Gnerre

Agenda del Mese

Albero natalizio di Monte Ingino

Il Monte Ingino (o Ignino) si staglia come una ripida parete piatta e triangolare di oltre 300 metri sul lato nord-est della piana dell’abitato (quota 522 metri). Nella prossimità della vetta sorge la chiesa di Sant’Ubaldo. La parete naturale viene addobbata con una luminaria, progettata in modo da proporre un grandissimo albero di Natale, il […]

Quando:7 dicembre
Dove: Umbria | Gubbio (pg)