Ultimi articoli

I monti Lessini veronesi

Vi giunsero dalla Baviera e dal Tirolo, erano famiglie, emigrate da Germania e Austria in tempi di carestia. “Colonizzarono” le montagne veronesi, rendendoli luoghi di profonda fede ed origine di fiorenti vocazioni.

I Capitani di Misericordia

E fra le antiche mura i Capitani di Misericordia portarono pace e carità. Prima combattendo le eresie, nel Duecento dilaganti, poi accogliendo i piccoli orfani, curando gli infermi, dando sepoltura ai morti e pregando per le loro anime. Ancora oggi i Confratelli, terminato il «servizio», ricevono la paga di san Sebastiano, che consiste in cinque semplici parole: «Iddio ve ne renda merito».

Avvento. Capire e vivere il mistero dell’Incarnazione

Nel Sacro Cuore di Gesù, aperto per noi nella Chiesa, troviamo la verità e l’amore che soli ci salvano e soli salvano il nostro mondo: la verità e l’amore che ci permettono di riformare le nostre vite personali e di trasformare così tante situazioni che oggi offendono Dio e portano alla distruzione e alla morte così tante persone e la società.

La devozione mariana salva dalle eresie

San Luigi Grignion de Monfort ne La vera devozione a Maria scrive che la mancanza di amore alla Madonna è «il segno più infallibile e più indubitabile per distinguere un uomo di cattiva dottrina».

Scuola allo sfascio? Ecco perché – Intervista al prof. Manfredo Anzini

I problemi, che la Scuola italiana oggi patisce, non nascono dal caso. Partono da lontano, da molto lontano. Da prima ancora delle proteste studentesche sessantottine. Tutto ebbe inizio con la nascita della “scuola di massa” ovvero massificata, imposta dalla legge n. 1859 del 31 dicembre 1962, quella che istituì la media unificata. In quest’intervista il prof. Manfredo Anzini, che ha dedicato l’intera propria esistenza al mondo dell’educazione, spiega come, perché e soprattutto chi abbia davvero “assassinato” la Scuola italiana…

Plinio Corrêa de Oliveira. Apostolo di Fatima. Profeta del Regno di Maria

A vent’anni dall’uscita de Il crociato del secolo XX, Roberto de Mattei ritorna con un ponderoso saggio sul pensatore brasiliano Plinio Corrêa de Oliveira (1908-1995), questa volta non per ripercorrerne le vicende biografiche, ma per analizzarne – ed attualizzarne – il pensiero. Alla nota successione delle quattro rivoluzioni, che hanno progressivamente minato la Cristianità medioevale […]

Ascoli Piceno. Il passato che riaffiora

Ascoli, terra di profonda fede, tradizioni marinare e grande vivacità culturale, è una città da continuare a visitare, una terra di arte e bellezza, ricca di passato e forte identità cristiana. Una città, insomma, da vivere nella sua ricchezza di saperi e di sapori…

Cento anni dopo Francisco Elías de Tejada

Son trascorsi cento anni dalla nascita di Francico Elías de Tejada, esponente di spicco del pensiero carlista, movimento tradizionalista cattolico spagnolo di matrice tomista. Ma non fu il suo unico merito: egli osservò anche, in tempi non sospetti, come cinque “fratture” – quella protestante, quella etica, quella politica, quella giuridica e quella derivante dai trattati di Westfalia – abbiano progressivamente indebolito la Cristianità medioevale ed accresciuto l’Europa moderna, liberale ed atea.

Un profumo perfetto – Viktor Schramm

Viktor Schramm era un pittore e illustratore che lavorava a Poplet, vicino a Orsova, in Romania. È nato il 19 maggio 1865 a Orsova. Successivamente si è trasferito in Germania per studiare all’Accademia di Monaco. Il Museo di guerra ungherese di Budapest ha venticinque ritratti di ufficiali ungheresi dipinti da Schramm. Diverse opere dell’artista sono state vendute all’asta. Di lui, poche le notizie biografiche pervenute: si sa che è morto nel 1929.

La rivoluzione infinita

La «rivoluzione d’ottobre» è scoppiata nel 1917. Ma non è finita. Ancora oggi ne paghiamo le conseguenze, a livello ideologico, morale, culturale e, laddove presenti dittature comuniste, anche in termini di vite umane. Ecco come e perché tutto ebbe inizio.

Avvenire – Fa lo spot allo Ius soli e “dimentica” l’aborto

(di A.D.M.) Già da diversi anni i dati Istat certificano il drammatico calo delle nascite nel nostro Paese, tanto che il numero dei morti ha ormai superato quello dei nati. Eppure, Avvenire, il quotidiano dei vescovi italiani, sembra focalizzare l’attenzione sul problema demografico proprio ora, guarda caso nel bel mezzo del dibattito politico circa l’approvazione […]

Venezuela Profondo “rosso”

Una dittatura marxista ha preso il sopravvento in Venezuela. Con un golpe, un’illegittima Assemblea Costituente ha liquidato il Parlamento regolarmente eletto, negato i diritti costituzionali ad un’opposizione dichiarata ormai “illegale”, sbattuto in galera chiunque fosse contrario, cancellato le libertà democratiche e la proprietà privata, imposto un’economia di Stato, spogliato il Paese delle sue immense ricchezze, ridotto la popolazione alla miseria. Ma il mondo pare non essersene accorto o essersene accorto troppo tardi. Chiesa compresa.

Il manuale dell’Inquisitore

L’arte di torturare spiegata dal “cattivo” de Il nome della rosa, recita il sottotitolo. In effetti, la pubblicazione della Jouvence si limita a presentare la traduzione integrale della PracticaOfficiiInquisitionisHereticaePravitatis, che Bernardo Gui(1261-1331) redasse indicando le prerogative e i compiti dell’inquisitore. Naturalmente, si tratta di tutt’altro che di insegnare “l’arte di torturare”, come viene annunciato nel […]

Trentino. Willkommen in Trient!

Molte valli, incantevoli paesaggi, percorsi naturalistici, località ricche di fede e di storia: è questo il Trentino, che si stende dalle sponde del lago di Garda alla Val Lagarina, dalla Valsugana alla Val di Fassa, dalla Val di Fiemme alla Val di Non, conservando ovunque le memorie e la saggezza della Tradizione.

Sign In

Lettera del Mese

Gentile Direttore, qualcuno dovrà spiegare perché appena pochi decenni fa la Chiesa scomunicò i comunisti e ora manca poco alla scomunica per chi non sia comunista. Dovrà spiegare perché nei secoli dei secoli la Chiesa ha difeso l’Europa da invasioni barbariche e islamiche, ma oggi ne è fautrice orgogliosa. Non lo diciamo per noi, per il popolo abituato da millenni alle ubbie dei potenti, lo diciamo per la Chiesa stessa: dove potrà mai portare un comportamento così contraddittorio e superficiale? ...

Leggi la risposta di Corrado Gnerre

Agenda del Mese

Sagra della muffuletta

Ogni anno il giorno di San Martino, l’11 novembre, le vie del centro si animano di carretti carichi del tipico prodotto gastronomico siciliano ovvero la focaccia denominata “muffuletto”, fatta con i semi di anice.

Quando:11 novembre
Dove: Sicilia | Castellamare del Golfo (Tp)